NODI

“Stanno giocando a un gioco. Stanno giocando a non giocare a un gioco.

Se mostro loro che li vedo giocare infrangerò le regole e mi puniranno.

Devo giocare al loro gioco, di non vedere che vedo il gioco.

R.D. Laing: “NODI”  (Einaudi)

“NODI” è un volumetto di “poesie di vita” apparso nel 1970, dove vengono mostrate le concezioni di Laing sui modi di relazione fra gli individui, cioè “sull’esperienza e il comportamento interpersonali”. Ognuno di noi si fa del comportamento altrui un’idea soggettiva, che rappresenta la sua “esperienza” dell’altro. L’intersecarsi di queste “esperienze”,  il loro urtarsi e modificarsi senza sosta creano una serie praticamente infinita di “NODI”, di legami d’amore, di dipendenza, d’inquietudine. Questi “nodi” sono dunque teoremi psicologici, schemi di situazioni che non è difficile incontrare ogni giorno. La “familiarità relazionale” di “Nodi” è vissuta (e dunque non solo schematizzata) secondo un “Ecco come ti vedo”…”Ecco come mi vedo”…”Ecco come ti vedo che mi vedi” e così all’infinito. Si sottolinea il fatto che è la relazione a dare valore al contenuto e non l’aspetto del contenuto; cioè di quello che ci si dice. La comunicazione non soltanto trasmette informazioni, ma al tempo stesso impone un comportamento; una risposta, una reazione e difficilmente vi è consapevolezza di ciò, soprattutto in ambito patologico, dove le persone si soffermano e si concentrano ossessivamente sul contenuto che si inviano, ma non sulla loro relazione, non sulla definizione che reciprocamente si danno: se sono in posizione “one-up”, oppure in posizione “one-down”. Di questo non sanno parlare, perché essere in grado di parlare su come stanno le cose realmente in una coppia, in una famiglia, in un’amicizia, in una società è indice di grande sanità mentale, specie se nel frattempo non ci si ammazza, non ci si tortura, non ci si annichilisce, non ci si disprezza all’inverosimile. Dichiarare apertamente che ”IL RE E’ NUDO” può risultare molto, ma molto pericoloso!

Questi accenni sulla vita relazionale derivano da: “Pragmatica della comunicazione umana”, P.Watzlawick, J.Helmick Beavin, Don D. Jackson.    (Astrolabio)                grafema

NODIultima modifica: 2008-06-02T13:15:00+02:00da grafema
Reposta per primo quest’articolo